Mi aspettavo…e invece….

“Quando nascerà il mio bambino dormirà sicuramente nella sua cameretta fin da subito.”

“Dopo che sarà nata non userò il ciuccio, tassativo.”

Ragionamenti ad alta voce, silenziosi nella testa o condivisi con il papà del bambino che sta per nascere, quante volte è capitato! Ci si interroga e si prendono decisioni in anticipo, per facilitarsi la vita quando il piccolo sarà arrivato. Se sappiamo come comportarci in alcune situazioni, riduciamo la fatica quando ci troveremo ad affrontarle nella pratica.

Ma non sempre le cose vanno come le avevamo pianificate e magari ci rendiamo conto che il bambino dorme meglio se sente la presenza della mamma accanto, e la culla già posizionata nella sua cameretta viene rapidamente spostata accanto al lettone. 

Oppure, dopo aver provato a calmare in ogni modo conosciuto la nuova arrivata, ci rendiamo conto che con pochi minuti di succhietto il pianto si placa e lei si addormenta tranquilla.

Prendere decisioni prima della nascita è una buona idea! Ma è difficile sapere in anticipo quello che accadrà prima che si sia verificato. Potremmo quindi avere la necessità di rivedere i nostri principi, costruiti nei mesi (o negli anni) precedenti e agire diversamente da come avevamo deciso.

L’importante è non sentirsi sconfitti se ci accorgiamo di aver bisogno di tornare sui nostri passi: attraverso l’esperienza ci siamo accorti che esiste una soluzione che funziona meglio di quella che avevamo preventivato e sarebbe un peccato non correggere il tiro. Anzi! Riconosciamoci il coraggio di ammettere a noi stessi e davanti agli altri che avevamo fatto i conti senza l’ost…ops, il bambino!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *